Header Image

Piazza dei Signori

Ampie e belle piazze ornano la città che nel XVII secolo si gloriava di avere nove piazze, 38 ponti e 24 borghi. Piazza dei Signori, uno degli spazi più suggestivi e vitali di Padova, una delle piazze simbolo della sua storia ma anche del suo presente vivace e attivo, è così chiamata perché qui sorgeva il “Palazzo della Signoria”, la Reggia dei Carraresi, Signori di Padova dal 1318 al 1405. La piazza si adattava meravigliosamente alle riunioni e al passeggio dei nobili. Dal popolo fu dapprima chiamata della “Desolazione”, per i ruderi dei palazzi, demoliti dalle opposte fazioni o partiti; poi dei “Trionfi”, per la magnifiche feste che vi si svolgevano.

Il 9 maggio 1848, dopo un infervorato discorso del Padre Alessandro Gavazzi, per raccogliere fondi, armi e uomini da arruolare “sotto la santa bandiera dei Crociati, combattenti per la liberazione del Veneto dal giogo austriaco” fu solennemente imposto alla Piazza il nome di Pio IX. In tempi a noi vicini fu anche chiamata “Piazza Unità d’Italia”, ma poi si ritornò al vecchio nome. Qui si facevano le giostre, i tornei e al giovedì grasso si rappresentava la caccia al toro. Nel 1500 qui era l’arrivo della “Corsa degli asini, delle putte (ragazze) e degli ebrei” che partiva dalla Porta dei Molini. La festa si faceva in ricordo della vittoria e della conquista della nostra città, compiuta dai veneziani nel 1509, combattendo contro l’Imperatore Massimiliano I d’Asburgo.

Programma

Tutti gli eventi in programma in Piazza dei Signori